15€ SPECIALE BLACK FRIDAY usa il codice: BF15 - su ordini di almeno 59,90€ fino al 27 novembre

Il frutto di un’idea. Figlia di una cultura del lavoro in vigna con un occhio di riguardo per l’ambiente che la circonda. Così otteniamo uve ricche di gusto e aromi, capaci di raccontare questa terra unica.

IERI OGGI & DOMANI

Tutto ha avuto inizio da una scommessa. Oggi continuiamo la ricerca dell’eccellenza, di nuovi prodotti capaci di raccontare l’azienda e di nuovi mercati. Perché su ogni tavola ci sia un nostro vino

Botte legno

IERI

Una terra abbandonata su cui nessuno mai avrebbe scommesso, gli anni Cinquanta e Severino Lorenzon. Su cinque ettari di terra, il fiume Isonzo come fedele alleato e la f lora che cresceva rigogliosa tutt’attorno, ha inizio la storia de “I Feudi di Romans”.

Uve

OGGI

Più di cinquecentomila bottiglie esportate in ventiquattro paesi. Se la distribuzione dei vini è importante, lo è ancora di più adottare un metodo di viticoltura ragionata: rispetto dell’ambiente e riduzione degli sprechi.

Vigneti ifdr

DOMANI

Il nostro futuro è fatto di ricerca e nuovi prodotti in grado di raccontare cosa ci caratterizza: il legame con la terra, la famiglia e l’attenzione per la sostenibilità. Per continuare a crescere e portare su ogni tavola i nostri vini.

LA NOSTRA CANTINA

La tecnologia è legata alla crescita, alla tipicità del vino, al basso impatto ambientale. Qui, tra legno e acciaio, diamo complessità alla materia prima: l’uva.

LEGNO

La piccola cantina messa in piedi da Severino, con l’aiuto della moglie Maria all’inizio, e successivamente dal figlio Enzo e dalla nuora Silvana, ha continuato a crescere anno dopo anno. Ma l’uso del legno delle barrique, botti grandi e tonneaux ancora oggi è limitato: dà più complessità ai vini, senza pregiudicare la loro tipicità

Botte legno

ACCAIO

La tecnologia è fondamentale, è il motore della crescita. Negli anni la cantina è stata continuamente ampliata, fino a quando non si è resa necessaria la costruzione di una nuova ala studiata e progettata da Enzo Lorenzon, in ogni dettaglio, con un’attenzione particolare per le fonti di energia pulita.

Botte accaio